1

Gravidanza: i benefici dell’agopuntura

I 9 mesi della gravidanza possono essere condizionati- soprattutto all’inizio – dalle conseguenze di stili di vita pregressi o dall’insorgere di disturbi non gravi, ma in grado di compromettere momentaneamente il benessere generale della donna: nausea e vomito, lombalgia e cefalea ma anche dipendenza dal fumo e depressione sono tra le condizioni più comuni per le quali l’agopuntura si rivela una soluzione efficace e priva di controindicazioni, come valida alternativa ai farmaci che potrebbero danneggiare la salute di madre e feto. Un tipo particolare di agopuntura viene poi usato per far girare il feto quando si presenta podalico in vista della data del parto.

Firenze-–-agopuntura-e-disturbi-della-gravidanza

Un rimedio per nausea e vomito in gravidanza

Bastano poche sedute d’agopuntura per risolvere problemi di nausea o vomito in gravidanza, soprattutto nei casi in cui le terapie mediche non sono efficaci.

Oltre ai punti tradizionali, possono essere applicati degli aghipulce (dei piccolissimi aghi tenuti in sede con un cerottino che continuano a svolgere la loro azione anche dopo la seduta, con possibilità di dilazionare le sedute).

La cura delle lombalgie e della cefalea

In gravidanza è molto importante anche poter trattare con l’agopuntura disturbi come la lombalgia o la cefalea, perché i farmaci utilizzati correntemente per ridurre gli attacchi sono controindicati nel periodo di gestazione per il loro effetto negativo sul feto.

Nel caso di cefalea ed emicrania numerosi studi hanno dimostrato come l’efficacia dell’agopuntura sia addirittura superiore a quella del trattamento farmacologico: viene applicata con successo sia nel ridurre la frequenza degli attacchi sia nel limitare la durata e l’intensità del dolore negli attacchi.

Bastano 5-6 sedute, una volta a settimana, per ottenere risultati sensibili: una volta ridotti gli attacchi è possibile proseguire con sedute di mantenimento, con frequenza bisettimanale o mensile.

L’agopuntura come aiuto per smettere di fumare

È inutile elencare gli effetti negativi del fumo come causa di malattie cardiovascolari, respiratorie e dell’insorgenza di tumori. Nella donna, inoltre, il tabagismo ha un effetto negativo sulla fertilità e peggiora molti sintomi e problematiche legate alla menopausa, oltre a nuocere sicuramente al feto in gravidanza.

In Toscana, secondo un’indagine ISTAT del 1994, nella popolazione di età superiore a 14 anni fuma regolarmente il 31% degli uomini ed il 20% delle donne, con un trend in aumento di quasi il 3% per le donne negli ultimi quattro anni valutati. Coloro che smettono di fumare sono in aumento, sia i maschi che le femmine, maggiormente in Toscana (23%) rispetto all’Italia (20%).

Per smettere di fumare determinazione e volontà spesso non bastano, ma sono il primo punto di partenza. Esistono alcune terapie farmacologiche sperimentate che hanno un certo successo quali: il bupropione cloridrato a rilascio prolungato o le gomme, l’inalatore, lo spray nasale e i cerotti alla nicotina; sono state inoltre segnalate come efficaci di seconda scelta: la clonidina cloridrato e la nortriptilina cloridrato. Tuttavia, raramente le persone ne fanno ricorso, per motivi di costo, di conoscenza, e di effetti collaterali.

Gli studi sull’efficacia dell’agopuntura nel tabagismo sono contraddittori, ma si può comunque ritenere che essa possa agire sulle basi neurobiologiche delle tossicomanie. Studi sperimentali confermano il ruolo di neurotrasmettitori su cui l’agopuntura è in grado di agire, e poiché produce un incremento funzionale dei sistemi monaminergici e modula la liberazione endogena di oppioidi, essa può essere considerata utile nelle disassuefazioni da sostanze di abuso.
Alcuni lavori (Dong He e coli 1997,He D e coli 2001) indicano un’efficacia oggettiva in corso di tabagismo, in particolare in soggetti che non avevano cessato con altri metodi (Jiang A. e coli 1994); altre recenti ricerche non confermano tali dati (Clavel-Chapelon F. e coli 1997, Yiming C e coli 2000,Linde K. E coli 2001).

Per chi ha intenzione di smettere di fumare, oppure è una forte fumatrice e ricerca una gravidanza, è altamente consigliabile un tentativo con l’agopuntura. Se siete motivate e fortunate bastano 3-4 sedute.

Alle donne che tentano di smettere di fumare con l’agopuntura perché cercano una gravidanza, se non ottengono risultati dopo la 4 sedute ne vengono offerte altre 4 gratuite (per chi fosse interessata io ricevo a Firenze).

Leggi la testimonianza di una mia paziente fiorentina che è riuscita a smettere di fumare con l’agopuntura.

Dott. Chiara Riviello
Per le sedute d’agopuntura (io ricevo a Firenze) puoi contattarmi alla mail dottoressa@chiarariviello.it

Ti potrebbe anche interessare